Posts by sassi67

Il mondo che verrà grazie al Web 2.0

Nov 27, 2010
Nessun commento

Intervista al Direttore di Wired Riccardo Luna.

Vodafone punta al superamento del digital divide con il progetto “1000 comuni”

Oct 11, 2010
Nessun commento

Piuttosto a sorpresa lo scorso 6 Ottobre Vodafone Italia ha comunicato l’intenzione di contribuire al superamento del digital divide italiano presentando un piano piuttosto ambizioso che prevede la copertura di 1000 comuni entro tre anni (quindi circa uno al giorno). L’investimento sarà di un miliardo di euro e la connettività verrà  fornita  tramite tecnologia HSDPA . La banda dovrebbe essere di 2 mbps e sarà acquisibile tramite Vodafone Station con chiavetta.

Attualmente i comuni italiani non coperti da servizi xDSL e 3G sono 1800. Gli italiani privi di accesso alla banda larga sono circa il 12/15% della popolazione totale, corrispondenti però al 55% delle famiglie italiane. Un’ulteriore 20% risulta invece non raggiunto nemmeno da servizi 3G.

Vodafone, che ha già lanciato il progetto “Fibra per l’Italia” (complementare a quello “1000 comuni”), intende andare a “pescare” nuovi utenti proprio tra quel 12% privo di ADSL e quel 20% privo di connettività 3G. Lo farà andando ad aggiungere circa 10.000 nuove antenne nelle zone prive di banda larga mobile.

Sono già 300 i comuni contatti da Vodafone, che darà precedenza a quelli che non porranno ostacoli particolari allo sviluppo delle nuove infrastrutture.

I comuni interessati possono, comunque, inviare la segnalazione di un interessamento al sito http://1000comuni.vodafone.it/ .

Vodafone ha già detto di non avere interessi su tecnologie come Wimax o Hyperlan, ma di puntare per il futuro a LTE (futuro standard delle comunicazioni su dispositivi mobili), tecnologia che dovrebbe vedere la luce nel 2013. Per obbligo di correttezza dobbiamo sottolineare che questa scelta segue la naturale evoluzione delle tecnologie “Mobili” 3G. Hyperlan e Wimax al contrario rappresentano e troveranno uso come eredi naturali dei primi protocolli Wifi in uso per il collegamento domestico delle zone digital divise (e, giusto per chiarezza, sono le tecnologie da noi adottate per il progetto Friuli Digital Freedom).

Come sempre abbiamo sostenuto in Anti Digital Divide, la connettività 3G non può esser considerata una tecnologia Broadband utile al superamento del digital divide. I costi, il proprio funzionamento e sopratutto il rapporto qualità/prezzo offerto non la rendono infatti paragonabile alle altre tecnologie dedicate all’utenza domestica non in mobilità. Tuttavia visto l’altissimo grado di penetrazione di Smartphone italiano, segnaliamo l’iniziativa di Vodafone visti gli indubbi vantaggi che essa porterà nell’ambito del divario digitale mobile e della cultura dell’utilizzo dei nuovi media nel Belpaese.

Un ringraziamento ad Alessandro Sacilotto, autore dell’articolo e blogger di “Connessioni Creative” 😉

    About

    This is the deafult sidebar, add some widgets to change it.

  • Twitter feed loading...