Comunicazioni di servizio

Un po’ ripetitivo [Auguri 2011]

Dec 31, 2010
Nessun commento

Quest’anno ho creduto nelle cause perse.

Quest’anno ho collaborato con un mucchio di persone.

Quest’anno abbiamo installato una bts a Sequals.

Quest’anno mi è arrivata la banda larga.

Quest’anno ho iniziato a pensare che il Futuro, quando meno te lo aspetti, arriva. E diventa presente.

Quest’anno ho conosciuto un mucchio di persone, molte sognatrici.

Quest’anno ho creato un movimento con delle persone sognatrici e/o vogliose di giustizia, di aver una connessione decente.

Quest’anno abbiamo organizzato un’incontro a Tamai dove ho spiegato (non riuscendoci) che investire nel futuro è come investire “sul mattone”.

Quest’anno ho capito che non dovrò mai più inserire un mattone in una slide.

Quest’anno tutti insieme abbiamo deciso nonostante l’afa estiva, che avremmo continuato con il nostro progetto. Per coprire le zone digital divise, per uscire dalla caverna dell’arretratezza tecnologica.

Quest’anno abbiamo iniziato a proporre il nostro progetto in molte località.

Quest’anno abbiamo visto Internet candidato al Nobel per la Pace.

Quest’anno abbiamo visto un dissidente web user vincere il Nobel per la Pace.

Quest’anno siamo usciti sulla rivista italiana più importante ed innovativa nel settore: Wired.

Quest’anno abbiamo visto il decreto Pisanu abrogato a fine anno.

Quest’anno ho capito di adorare le cose nuove, perché novità fa rima con cambiamento. E cambiamento vuol dire futuro. E se veramente – come dice Elmott nel suo libro – esiste una “Buona Italia” migliore e capace di cambiare per l’appunto…ecco io dovevo scoprirla.

Quest’anno ho iniziato a scoprirla, e sono rimasto incredibilmente shockato (shoccato? shockato? scioccato?) perché non solo questa Italia esisteva, ma era piena di speranze e ogni giorno combatteva per non esser contagiata da quel senso di impotenza e impossibilità che impedisce di levar via con un soffio il divario che ci costringe ad utilizzare aggettivi (buona e cattiva).

Quest’anno ho capito che perr la prima volta l’uomo può impegnarsi nel realizzare e sviluppare un’infrastruttura – nel collegare cavi e pezzi metallici – sapendo che questa non darà benefici a un determinato aspetto (trasporto, commercio, comunicazione) ma potrà facilitare la vita alle persone in tutti questi campi, dando una concreta possibilità alle persone di svilupparsi in tutto e per tutto. Di cambiare. Veramente, una vera e propria arma di costruzione di massa.

Quest’anno abbiamo ricevuto, proprio alla fine, una grande proposta per il futuro.

Quest’anno ho e abbiamo capito che la cosa più grande che abbiamo siamo noi stessi, e l’unico modo per cambiare le cose è smetterla di lamentarsi, e iniziare a farle.

Perché se alcuni passi in avanti riusciamo a farli, la vera rivoluzione del web sarà convincere tutti ad aiutarci, a camminare insieme a noi. Perché per ogni passo che facciamo in avanti qualcuno cerca di farci rimanere indietro.

E di cose, idee e progetti da proporre ce ne sono. In Italia, in Friuli Venezia Giulia e nel Nord-Est.

Quest’anno abbiamo iniziato a farle. Domani sarà un’altro “quest’anno” e continueremo a scrivere la lista.


Buon 2011!

Auguri a tutti i FriuliAddicted!

Dec 24, 2010
Nessun commento

Ecco arrivato anche il primo Natale di FriuliADD! Sembra ieri quando nell’afosa estate abbiamo inviato alla stampa il comunicato stampa riguardante la nascita del movimento. Da quel momento, di giorno in giorno siamo cresciuti, ci siamo rafforzati. Abbiamo raggiunto alcuni obbiettivi, riuscendo pian piano a farci conoscere fino addirittura ad arrivare a occupare la main story del numero di Wired in edicola!

Il lavoro da fare, in un paese come il nostro, è tanto. Siamo solo all’inizio. Dopo Sequals e Tamai con il 2011 saremo pronti a coprire nuove zone, ad organizzare incontri in nuovi comuni afflitti dalla loro situazione digitale e prepariamo per voi nuovi progetti ed un importante impegno primaverile 😉

Ecco quindi che per non allungare ulteriormente il post di Fine Anno che sicuramente tratterà la situazione tecnologica regionale e nazionale dilungandosi nell’analisi, ringrazio ancora una volta tutte le persone che ogni giorno ci aiutano a portare avanti gli ideali di FriuliADD, ad andare Verso il Futuro, per un Futuro migliore.

Per ridere un po’ quindi, vi lascio con questi particolari “Auguri” aventi come protagonisti i primi 4 “FriuliAddicted” regionali, sperando che finalmente Babbo Natale porti a questo Paese un po’ di cultura dell’innovazione in più!

Chi siamo: mettiamoci la faccia!

Nov 30, 2010
Nessun commento

Segnalo a tutti la nuova pagina: LINK

Se FriuliADD sta diventando un movimento rilevante è grazie a queste Persone che ogni giorno combattono per andare Verso il Futuro, per un Futuro migliore

Chi Siamo? Il nuovo blogger: Alessandro Sacilotto

Sep 27, 2010
Nessun commento

In ogni sito web / portale / giornale / blog che si rispetti l’importante sono le notizie e non i collaboratori (che quindi rimangono quasi sempre nel quasi anonimato).

Sarà che noi siamo tutt’altro che un portale che si rispetti, sarà che siamo strani, ma da noi come già detto contano moltissimo le Persone.

Ecco quindi che con questa minirubrica cercheremo di conoscere un pochino tutte le persone che contribuiscono continuamente alla buona riuscita dei nostri progetti.

Alessandro Sacilotto

E iniziamo con le novità, andiamo a conoscere con questa mini-bio uno dei nostri nuovi blogger.

Nato nel 1967 ad Einsiedeln (Svizzera), sono diplomato al liceo scientifico “Michelangelo Grigoletti” di Pordenone nel 1986 e laureato nel 1996 in Scienze dell’Informazione a Udine con una tesi di di computer graphics “Modellazione di solidi basata sulle features”.

Dopo aver lavorato presso varie aziende del nordest come sviluppatore software in ambito gestionale sia in ambiente Microsoft che Linux/Unix mi occupo ora di programmazione di PLC per la regolazione della climatizzazione degli edifici e di tutti i software di monitoraggio degli stessi.

Sono sposato dal 1997 con Daniela e ho due figli: Ginevra (8 anni) e Alberto (6 anni). Hobby: libri (quasi esclusivamente saggistica) e studio linguaggi di programmazione (ultimamente tutto ciò che riguarda smartphone e tablet), bicicletta e viaggi per l’antica Mitteleuropa.

Cura il blog Connessioni Creative [link] che ovviamente vi invitiamo a visitare!

Ad Alessandro, che già ci ha regalato un’articolo su Internet for Peace, i migliori auguri di felice collaborazione 😉

Sorry, we’re Open!

Finalmente ritorna online FriuliADD. Un nuovo logo, un nuovo inizio a pochissimi mesi dal lancio del portale.

Mentre Friuli Anti Digital Divide continua a lavorare sul territorio con il Progetto Friuli Digital Freedom, oggi anche il portale ricomincia ad offrire un servizio, questa volta ancora più efficiente ed efficace.

Torniamo online, con lo stesso spirito, con gli stessi fini e le stesse motivazioni, per affermarci come punto d’incontro e di dibattito sul problema in Regione. Ringraziando quindi tutte le persone che collaborano e collaboreranno con noi in questa missione faccio un augurio ai nuovi blogger che ci aiuteranno a crescere.

FriuliADD infatti, nell’ottica di diventare sempre più risorsa e luogo di confronto, oggi diventa sempre più aggregatore, sempre più network tra i blog delle persone che con noi sognano un futuro diverso. Il tutto con nuove rubriche, nuovi spazi e collaborazioni che inizieranno a popolare questo sito.

Un grazie infine, anche a tutti quelli che ci hanno criticato, che ci criticheranno e che magari hanno sorriso maliziosamente vedendo il sito offline per alcuni giorni… a tutti loro,

Sorry, We’re open again!

    About

    This is the deafult sidebar, add some widgets to change it.

  • Twitter feed loading...